itenfrdeptrues

Il Naturopata e la Naturopatia

I giovani, le scuole ed i corsi di Naturopatia

Conseguire il Diploma di Naturopatia, scegliere un Corso Triennale, orientarsi su un Piano degli Studi e su una Scuola per Naturopati affidabile, in linea con le leggi Europee e, se possibile, anche comoda. Queste le prime riflessioni di un giovane e della sua famiglia alla ricerca di un innovativo inserimento nel mondo del lavoro.

Cosa può fare oggi un giovane dopo aver terminato il suo percorso di studi tradizionale?
È un quesito che sempre più si pongono i giovani e le loro famiglie alla luce della situazione del mercato del lavoro, dell'elevata e crescente disoccupazione giovanile, della particolare e non favorevole congiuntura economica e del cambiamento in atto da tempo circa la quasi scomparsa del “lavoro fisso”.
Al di là delle riforme in corso, nelle Università sono poche le Facoltà che consentono, in Italia, un inserimento abbastanza pronto nel mondo del lavoro.
Fortunatamente, come sempre, ogni medaglia ha il suo rovescio.

L’aspetto negativo di tutto quanto sopra può essere dato dall'ansia e dall'incertezza.
Quello positivo è invece rappresentato dal fatto che mai come adesso il giovane e la sua famiglia pensano non più ad un lavoro dipendente bensì ad una libera professione che porti ad essere, con investimenti contenuti, imprenditori di se stessi.

Conseguire un Diploma di Naturopatia con il suo corollario di Specializzazioni, può consentire la realizzazione di un simile progetto, ovviamente ben valutando alcuni aspetti:

  • L’Italia è buona ultima. Ciò è accaduto anche in altri settori, ma in questo caso il ritardo va interpretato come grande opportunità.
  • Le Scuole di Naturopatia sono tante e tutte private. Occorre perciò fare attenzione, selezionando prima di tutto quelle che rispondono ai seguenti requisiti:
    1. Esistenza di un Comitato Scientifico composto da Personalità di prestigio in Campo Medico e Scientifico.
    2. Esistenza di un Direttore Didattico staccato da parentele ed interessi con la proprietà, onde evitare appunto conflitti di interesse.
    3. Esistenza di un Corpo Docenti qualificato, caratterizzato anche dalla presenza di Medici.
    4. Un Piano degli Studi che, oltre al rispetto delle ore didattiche (900 di Corso Professionale Base e 400 di Specializzazioni), contempli un vasto ventaglio di discipline.
    5. I Naturopati devono collaborare con il Medico: lo studio dell’anatomia e della fisiologia umana è pertanto fondamentale. Nel panorama dei Corsi di Naturopatia esistenti si passa, in un Triennio, dalle 28 lezioni del Campus FRAMENS, di cui 11 obbligatorie, a sole 4 lezioni di altre Scuole.
  • Le Specializzazioni è bene che siano certificate con Attestati delle Competenze e non con Attestati di Frequenza o Partecipazione: il Cliente di un Centro di Naturopatia deve essere tranquillo circa la competenza del suo Naturopata: competenza maturata attraverso esami selettivi e responsabilmente garantiti dalla Scuola stessa.
  • Se la vocazione non è quella imprenditoriale ma è più improntata alla collaborazione, la Naturopatia o più semplicemente alcune Specializzazioni quali Erboristeria, Alimentazione e Intolleranze Alimentari, Chinesiologia e Posturologia, Riflessologia ed altre, consentono di svolgere attività in collaborazione con Terme, Centri Benessere, Farmacie, Erboristerie, Negozi di prodotti Biologici, Studi Medici e Paramedici, Aziende di prodotti Erboristici e/o Omeopatici, Palestre e Centri Sportivi, Associazioni per le Medicine non convenzionali, tutta l'area delle Professioni ECM etc.

Avere infine la certezza che la Scuola che ha formato e ha promosso, certifichi e rilasci referenze, rafforza la figura del neo Diplomato Naturopata e garantisce chi gli darà il lavoro.

Studiare online - con i criteri, però, dell’E-Learning e non di un semplice FAD (Formazione A Distanza) - significa risparmiare tempo e risorse economiche, avere l’aiuto di un Tutor ed entrare in un grande comunità nella quale si possono esprimere opinioni, rivolgere domande ed ottenere risposte da Allievi, Tutor e Docenti.

 

LUIGI PICCOLO